Come per le Federazioni, sono state approvate dal CONI, le competizioni di interesse nazionale di CSEN, in modo che le ASD e SSD coinvolte possano continuare l'attività sportiva e gli allenamenti in deroga a quanto previsto per gli sport di base secondo il DPCM 3 novembre  come dal punto e) del decreto: 

e) sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni ‒ riconosciuti di interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) ‒ riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e Enti di promozione sportiva;

 C.S.E.N.(Centro Sportivo Educativo Nazionale), primo Ente di Promozione Sportiva in Italia per numero di affiliazioni e numero di tesserati, come ogni anno, ha organizzato una serie di eventi nazionali per le varie specialità che si possono ritrovare nell'allegato approvato dal CONI e nel sito nazionale www.csen.it. Tutte le ASD e SSD in regola con l'affiliazione CSEN e con il tesseramento degli atleti potranno partecipare e continuare l'attività sportiva.

 Di seguito la comunicazione del Presidente Nazionale CSEN, Francesco Proietti:

 Il DPCM del 3 novembre 2020, ha fornito nuove indicazioni in merito allo svolgimento delle manifestazioni sportive di interesse nazionale e alla possibilità per gli ATLETI, degli sport individuali e di squadra, di poter svolgere i propri allenamenti, a porte chiuse, all’interno delle Società e Associazioni Sportive affiliate. Circa le Manifestazioni Sportive di interesse nazionale, all’articolo 1 comma 9 lettera e) viene stabilito che sono consentite le competizioni di interesse nazionale organizzate dalle FSN, DSA e EPS, riconosciute come tali con provvedimento del CONI chiarendo però che le manifestazioni degli EPS, (quindi anche di CSEN), non possono essere svolte all’interno delle regioni ricadenti in zona rossa, fino alla data del 3 dicembre 2020.

Al fine del riconoscimento, di cui sopra, il CSEN ha trasmesso al CONI l’elenco degli eventi e delle competizioni di interesse nazionale, organizzate sotto la propria egida, che vengono allegate alla presente (allegato 1). Il CONI ha rilasciato, in data odierna il Riconoscimento agli eventi, di cui all’allegato 1, per cui la partecipazione a tali eventi e competizioni costituisce, per gli Atleti tesserati al CSEN, un valido motivo ai fini dello spostamento anche da regioni indicate ad alto rischio (regioni rosse). Gli Atleti Praticanti, tesserati CSEN, partecipanti alle manifestazioni ed alle gare, di cui all’allegato 1, potranno continuare i propri allenamenti presso le SSD/ASD affiliate attraverso le quali risultano tesserati, anche se rientranti nelle regioni ad alto rischio (regioni rosse). Gli stessi Atleti Praticanti potranno allenarsi in vista della partecipazione a manifestazioni di interesse nazionale risultanti in calendario (allegato 1) anche qualora le iscrizioni non siano ancora aperte.Inoltre, la necessità di allenamento rientra tra le valide motivazioni per gli spostamenti tra comuni diversi.

 Si rammenta che le Società e le Associazioni Sportive affiliate segue lettera potranno consentire l’accesso presso le proprie strutture unicamente agli Atleti Praticanti, Tesserati CSEN, per i propri allenamenti, nel pieno e rigoroso rispetto dei protocolli di sicurezza emanati dal CSEN. Si ricorda inoltre che non è consentita la presenza di pubblico nè di soggetti tesserati non rientranti tra quelli in preparazione per gli eventi di cui all’allegato 1 e che gli allenamenti dovranno essere svolti a porte chiuse. In caso di controllo da parte delle Autorità Competenti, all’interno di ASD/SSD si consiglia di avere a disposizione, oltre alla presente comunicazione comprensiva dell’allegato 1, l’affiliazione CSEN, il certificato di iscrizione al Registro CONI e l'elenco degli Atleti Praticanti Tesserati CSEN.

Venendo al tema Manifestazioni, si rammenta che i Responsabili dell’organizzazione degli Eventi e Competizioni Nazionali CSEN, di cui all’allegato 1, sono tenuti, anche nelle attività preparatorie finalizzate alla partecipazione all’evento stesso, ad attenersi a quanto stabilito dai Protocolli di Sicurezza predisposti in conformità alle linee guida del CSEN e di quanto contenuto nei DPCM del 18, 24 ottobre e 3 novembre 2020 e seguenti.

In caso di controllo da parte degli organi preposti i tesserati (Atleti, Organizzatori e Ufficiali di Gara), durante gli spostamenti necessari agli allenamenti e\o alla partecipazione alle manifestazioni, di cui all’allegato 1), dovranno essere in possesso della necessaria autocertificazione (vedi modello autodichiarazione fornito dal Viminale - Allegato 2) da allegare alla presente comunicazione. Le presenti indicazioni sono valide fino alla permanenza in vigore del DPCM 03.11.20, ovvero fino al 3.12.2020) salvo sue successive modifiche. Si ribadisce, infine, che eventuali applicazione estensive della normativa di cui alla presente comunicazione, ricadranno sotto la diretta responsabilità del legale rappresentante della ASD/SSD.


 Risorse:

Logo ICSSPE Logo Istituto Credito Sportivo Logo Panathlon Logo SIMMAS Logo TAFISA Logo MIUR

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.